Via San Domenichino - Ronchi MASSA MS)
+39 - 340 6676287
sandomenichino@virgilio.it

STORIA DEL CONCORSO

PREMIO LETTERARIO SAN DOMENICHINO

Created with Sketch.

1958 – LA FONDAZIONE

Il Premio trae le sue origini nel lontano 1914, quando veniva festeggiato “San Domenichino”, il giorno dopo San Domenico, con una “sagra” popolare dove venivano, fra canti e balli, recitati anche versi in vernacolo. Con l’intento di voler soddisfare l’esigenza di una presenza religiosa per un flusso sempre più consistente di persone nella zona del “Poveromo”, dove tale sagra si svolgeva, i Padri Cappuccini realizzarono la costruzione di una cappella, per comodità dei molti popolani che nel frattempo ivi si erano insediati (siamo nell’anno 1947). A seguito di questa presenza nasce così, nel 1958, il “Premio Letterario San  Domenichino” di cui Padre Gesualdo Grassi è l’ispiratore ed attivissimo organizzatore per ben sei edizioni, dal 1958 al 1963, Padre Gesualdo, sarà anche presidente delle prime due edizioni.

Le basi del Premio furono gettate dal Comitato promotore e fondatore composto da Padre Grassi, da Giuseppe Bertozzi, Lino Steli, Lino Marchi, Giovanni Ravera, Mario Cagetti, Giovanni Bugliani e dal segretario Decimo Del Fiandra. La Giuria era composta dai Membri del Comitato fondatore; la prima Edizione comprendeva due sezioni, Poesia e Prosa nel solo dialetto massese, sette i poeti partecipanti, tutti apuani, in premio: tre fiaschi di vino e £ 5.000.

1964 – LA SOSPENSIONE

Il Premio viene sospeso per due anni: 1964 e 1965, causa l’improvvisa scomparsa di Padre Gesualdo Grassi, riprenderà nel1966 con la sola sezione “Poesia in lingua”, inserita dalla seconda Edizione, con nuovo presidente del “Comitato Sagra San Domenichino” il prof. Giovanni Bugliani e con la Giuria completamente rinnovata. Il prof. Bugliani sarà presidente per ben 31 anni,  mentre il Cav. Uff. Decimo Del Fiandra è segretario dal 1958 al 1989.

1988 – LA NUOVA SEZIONE

Il Premio apre alla sezione “Libro Edito”, il successo è tale che porta gli Organizzatori a proseguire in questa direzione e dal 2004 le sezioni sono definitivamente due: “Poesia inedita” aperta a tutti e “Libro Edito”.

1991 – LA NUOVA ASSOCIAZIONE

Si costituisce una nuova struttura organizzativa denominata “Centro Culturale San Domenichino” con uno Statuto che fa proprie le iniziative e le aspirazioni dei Fondatori, proponendosi come entità per la diffusione della Cultura in Italia e nel mondo, con particolare riferimento alla Poesia “linguaggio universale per l’Uomo di ogni tempo, religione e condizione sociale” come recita l’articolo 2, comma B del nuovo Statuto.

1995 – UNA MANIFESTAZIONE IMPORTANTE

Al “San Domenichino” è stato concesso di fregiarsi della dicitura “Città di Massa”, il Premio viene attualmente considerato tra le manifestazioni culturali più qualificate nel vasto panorama letterario nazionale.

1996 – PERSONE ILLUSTRI

Sono eletti rispettivamente Presidente e Segretario Generale il prof. Comm. Franco Pedrinzani ed il Cav. Franco Tortorella, riconfermati poi per i quinquenni 2002-2006 e 2007-2012. Il prof. Giovanni Bugliani è nominato “Presidente Onorario a vita”. La logica evoluzione vuole che, sulla spinta delle sempre crescenti adesioni dei Poeti, il Premio diventi da nazionale ad internazionale e passi dai 7 poeti apuani iniziali della prima edizione alle 600 iscrizioni medie, con punte fino a 900 partecipanti, italiani e stranieri.

Nomi illustri della nostra letteratura hanno onorato ed onorano le varie edizioni del Premio, sia come Presidenti di Giuria che come Giurati, fra gli altri citiamo: Aldo Gabrielli, Mino Maccari, Stefano Giampaoli, Gino Spinelli dé Santelena, Antonio dé Lorenzo, Ubaldo Bellugi, Mario Cagetti, Romano Battaglia, Aldo Valleroni, Vinicio Arfavelli, Decimo Del Fiandra, Riccarda Bulleri, Alessandro Quasimodo, Silvio Matelli, Gabriella M. Valentini, Massimiliano De Vecchi, Dino Carlesi, Raffaello Bertoli, Emilio Palla, Maurizio Centini, Mauro Pighini, Paola Manfredi, Franco Pezzica, Franco Farina, Franco Pedrinzani e, recentemente, Guido Zavanone, Manrico Testi, Cristiano Valsega, Giacomo Bugliani. Dalla 38. alla 44. Edizione è stata aggiunta una sezione specifica per Poeti esteri, mentre dal 1977 al 1994 è stata inserita una sezione “Giovani”.

1997 – IL PREMIO DELLA CULTURA E CARRIERA

Viene istituito il “Premio della Cultura e/o Carriera San Domenichino”, assegnato a grandi personaggi di prestigio nazionale come il poeta Mario Luzi (1997), il cardinale Ersilio Tonini (1998), lo scrittore Sergio Zavoli (1999), la prof. Rita Levi Montalcini (2000), l’attore Giorgio Albertazzi (2001), il poeta Dino Carlesi(2002), lo scrittore Manlio Cancogni(2003), lo scrittore Arrigo Petacco (2006) ed il professor Giuseppe Benelli (2008). Nel 2003 è stato altresì assegnato il “Premio alla Carriera” al tenore Andrea Bocelli, cui ha fatto seguito, nel 2005, il giornalista della RAI-Radio1 Aldo Forbice e nel 2007 al C.T. della nazionale di calcio campione del mondo 2006 Marcello Lippi.Nel 2009 il “Premio della Cultura” varca i confini nazionali e viene attribuito alla città di Bad Kissingen (Germania) gemellata con Massa.

2003 / 2009 – IL PATROCINIO

Per la Sezione “Poesia inedita”, il Premio è  presente nel mondo della scuola, coinvolgendo studenti dell’ultimo anno di studi degli Istituti d’Istruzione Superiore della Provincia di Massa Carrara con l’incarico di “Giuria Popolare” che affianca la “Giuria Tecnica” nella determinazione della classifica finale.

Il San Domenichino, “Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana”, ha il Patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Massa-Carrara, del Comune di Massa, della C.C.I.A.A. di Massa Carrara ed il sostegno di Enti Pubblici e Privati. E’ inoltre in atto, da diverso tempo, una stretta collaborazione con il Centro Culturale “Il Quadrato” di Milano, con l’Associazione Concertistica “Pina Telara” di Massa e la Casa Editrice “IBISKOS” di A. Ulivieri di Empoli.

2012 – I POETI DEL SAN DOMENICHINO

Viene edita la 11. edizione dell’Antologia “I Poeti del San Domenichino”, triennio 2010-2012.

2013 – IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO

Rinnovo del “Consiglio Direttivo”, che elegge presidente l’avv. Giacomo Bugliani e segretario generale Geom. Dino Eschini. Il prof. Comm. Franco Pedrinzani viene nominato “Presidente Onorario a vita”.Con la 54. Edizione vengono aggiunte nuove sezioni, ovvero narrativa EDITA ed INEDITA, pertanto il Premio cambia la propria intestazione in  “Premio letterario di POESIA e NARRATIVA San Domenichino – Città di Massa”.

2016 – IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO

Rinnovo del “Consiglio Direttivo”. Ne fanno parte attualmente il presidente Avv.Giacomo Bugliani, il vicepresidente Franco Tortorella e il segretario generale Dino Eschini.

Completano il direttivo: Rosaria Bonotti, Daniela Marzano, Emma Casté, Giovanbattista Ronchieri, Andrea Mosti e Roberto Vitaloni, per seguire i vari aspetti della gestione del premio.

2018 – OMAGGIO A SALVATORE QUASIMODO

Con l’edizione 2018, il Premio è dedicato alla figura di Salvatore Quasimodo.